Le atmosfere magiche e surreali del castello, dove sono stati realizzati questi scatti, ben si armonizzano col fascino misterioso ed enigmatico di questa stupenda ragazza.

Lei è Elisa Straccali, modella romana che giovanissima, ha già calcato le più prestigiose passerelle di alta moda italiana.

Come ti sei accostata al mondo della moda?
Ho cominciato ad avvicinarmi a questo mondo quando avevo solo 15 anni. Paradossalmente perché non mi piacevo, ero sempre quella più alta e più magra fra i miei amici. Un giorno, con l’atteggiamento di sfida tipico degli adolescenti e un pò per gioco, ho partecipato ad una sfilata organizzata da uno stabilimento balneare che frequentavo. Lì sono stata notata da un fotografo, per la mia pelle molto chiara e le mie gambe lunghe e da lì ho messo piede per la prima volta in un agenzia di moda.

Tante passerelle per brand importanti, chi è il tuo stilista preferito?
I miei stilisti preferiti sono Dior e Elie Saab, adoro il loro stile elegante e lussuoso.

Hai sfilato con un intimo d’epoca, ci racconti questa tua esperienza?
Inizialmente è stato imbarazzante perché per me era la prima volta che partecipavo ad una sfilata in intimo. L’evento era al Vittoriale di Pescara. Indossavamo completi intimi che Gabriele D’Annunzio faceva realizzare per le sue numerose amanti. Infatti, le signore che frequentavano il Vittoriale erano obbligate a spogliarsi dei loro capi per vestirsi con gli abiti che il Vate, da sublime esteta qual era, aveva scelto e disegnato per loro. Si trattava di biancheria molto fine, splendida, unica. Superato il primo momento d’imbarazzo, è stata una bellissima esperienza.

Quale parte del tuo corpo non ti piace per niente?
Non amo le mie orecchie leggermente a sventola.

Descriviti in tre aggettivi.
Sono una ragazza testarda ma anche altruista e soprattutto solare.

Nel tuo guardaroba quale capo o accessorio occupa maggiormente spazio?
Come la stragrande maggioranza delle donne amo le scarpe, ne posseggo un centinaio e sono tutte rigorosamente col tacco alto.

Cosa non deve assolutamente mancare nel trolley per le vacanze?
Un trolley per le scarpe ovviamente e poi la protezione solare 50 che consiglio a tutte le donne chiare di pelle come me. Indispensabile non lasciare a casa la voglia di esplorare e vedere nuove meraviglie.

Ultimo libro letto?
The Secret.

Non si può essere modelle per sempre, hai già deciso cosa fare da grande?
Già adesso mi piace occuparmi di “cake design”. Quando sarà il momento credo aprirò una pasticceria. Si, una pasticceria specializzata nel realizzare torte dal design eccentrico e particolare.

Leggi l’intervista su Sei periodico

Please follow and like us: