Lo abbiamo intervistato dietro le quinte del “Pizza Day” nella nostra Castellammare, lo sfondo era stupendo, il Faito abbracciava l’arenile, Capri era come una bella donna ingioiellata ma il Vesuvio ahimé non si vedeva, l’unica nota stonata per una serata sotto le stelle con Francesco Cicchella.

Ciao Francesco e che ci fai qui a Castellammare?
Facciamo due risate con gli amici stabiesi

Guarda che ti ho portato la copia con l’intervista che facesti su Sei, è passato un po’ di tempo hai novità da raccontarmi?
La prima è che dopo 18 mesi ho avuto anche io la mia copia di Sei e poi invito tutti (TE COMPRESA) già adesso per aprile prossimo. Sarò al Teatro Diana con lo spettacolo Millevoci- Tonight Show, un mio One Man Show con la regia del grande Gigi Proietti, sarà uno show da non perdere e soprattutto la realizzazione del mio primo sogno nel cassetto.

Tu sei già bravo ma da lui avrai tanto da imparare…
Indubbiamente, io cerco sempre di imparare dai grandi artisti e a tal proposito mi rifaccio alla frase di Michael Bublè che dice: “Chi copia da uno è un ladro, chi ruba da molti è un genio” ed io provo ad essere un genio senza presunzione.

Ti piace questo mare e ti piacciono questi stabiesi?
Amo questa città, ho delle amicizie qui e ogni tanto vengo in incognito per rilassarmi, stasera per venire qui mi sono fatto una bella passeggiata solitaria.

Francé una volta mi hai detto che un comico attraverso la risata può mandare messaggi importanti per far riflettere la gente, stasera lancerai un messaggio in merito alla situazione Vesuvio?
Oggi proprio ci pensavo, facendo le prove sul pezzo di Ranieri “Se bruciasse la città” aveva un altro sapore cantare, un sapore amaro, lancerò tanti messaggi di sensibilazzione, spesso guardiamo da lontano pensando di non poter fare nulla ma tutti dovremmo non lasciarci scivolare questo evento addosso.

Di parole se ne sono sprecate per me ci vuole un minuto di silenzio e un applauso a tutti questi eroi invisibili che hanno arginato le fiamme e tentato di confinare i danni?
Sicuramente a fine spettacolo.

Ma poi tu che porti il sorriso tra la gente hai capito qual è la chiave per la felicità?
Se l’avessi capito sarei in un altra dimensione, per me bisogna stare bene con se stessi per essere felici con gli altri. Il percorso dell’attore aiuta in questo perché è un percorso introspettivo molto forte. Però adesso basta con questa seriosità sembro un reverendo.

Hai ragione in fondo ti piacciono le donne che sanno ridere e far ridere?
Appunto alleggeriamo la serata, sai l’arma dell’ironia funziona sempre con voi donne ed io li vado alla grande, è il mio mestiere.

E gli uomini che le fanno piangere, che le maltrattano, che le picchiano?
Io non riesco a concepire il male. Credo molto nella libertà delle persone e nel rispetto reciproco, quelli non sono uomini ma vigliacchi non c’è altro da dire.

Il cuore di Francesco batte per una donna in particolare?
Ma tu giri, giri, fai le domande impegnate, fai l’intervista intellettuale ma alla fine ancora una volta provi a farti i fatti miei.

Francé dai siamo tra amici, si o no c’è una persona importante?
E vabbè te lo dico…. la risposta è affermativa.

Dove la porti in vacanza quest’estate?
Non ti dico con chi vado ma la meta è Ibiza, sei contenta?

Non del tutto, sei troppo vago, indagherò… ma poi ci torni a Made in sud?
Se mi chiamano come ospite certo, ma ho tanti progetti, altre strade, nuovi percorsi, se ti interessa sapere devi stare attenta.

Sicuramente non ti mollo ed è altrettanto sicuro che ci rivediamo al Diana allora?
E certo che ti aspetto, magari con me sulla copertina di Sei Periodico, che ne pensi?

Penso che è sempre un piacere averti sulle nostre pagine.
Francesco prima di lasciarci vieni con me sulla spiaggia e salutiamo il Vesuvio che piange e soffre?
Mi fai salire la tristezza… ma si facciamolo, chi ama la propria terra non ha bisogno di parole, la sofferenza si sente nel cuore.

PRESS OFFICE SEI PERIODICO
@ Pina Longobardi
ph. Nico Clemente
https://www.facebook.com/DomePh
https://www.flickr.com/photos/nicosphotos/

Please follow and like us: