849 Views |  1

Free reeds, note e passione di Alfredo Di Martino

“Free Reeds” il primo lavoro discografico di Alfredo di Martino presentato magistralmente da Pierluigi Fiorenza e Titti Esposito il 16 luglio scorso al teatro Supercinema di Castellammare di Stabia.

Free Reeds è il lavoro discografico di Alfredo di Martino, musicista stabiese, figlio di Vincenzo, un istituzione sul territorio stabiese: conoscete il Bar di Martino a Piazza Matteotti? Chissà quanti di voi hanno bevuto i caffè serviti da papà Vincenzo, magari dopo il giro della domenica sul lungomare stabiese che tanti volti e tante storie ha raccontato e racconterà…

Free Reeds  è un disco che senti nell’anima, è l’anima deve essere quella della gente del Sud: calda, passionale, sorridente, creativa. Personalmente io l’ho ascoltato di sera girovagando da sola in auto tra Castellammare e Sorrento. Le sue note hanno colorato il paesaggio di mare che percorrevo, rendendolo a tratti magico, passionale, allegro, triste, nostalgico, profumato di frittura di pesce e di limone. Tra una nota di jazz e una sudamericana, ho immaginato una storia d’amore tra un pianoforte e una morbida fisarmonica, la nascita di un sentimento che diventa caldo e nostalgico sulle note di “Dimane”, cantata dalla bravissima Simona de Rosa, parole di una volta che si sposano ai ritmi di oggi ed ho capito che “tutt’ ‘e cose farse cchiù belle pe se fa vasà” sono versi che puoi scrivere solo in una città come Castellammare, bella e impossibile, con il mare che bacia la montagna ma che non può essere tuo. Un lavoro discografico nato in una famiglia di musicisti stabiesi, infatti papà Vincenzo Di Martino è autore proprio di “Dimane” –“Papà ha scritto tanto poesie, canzoni, musica e parole che non nascono da un percorso di studio ma da autodidatta, questa passione ha voluto trasferirla a me e a mio fratello Michele ed eccoci qua con questo lavoro. Molti amici mi chiedevano di realizzare un disco, non è stato facile e se non ci fosse stata mia moglie Tonia oggi forse non starei con voi a parlavi di questo primo lavoro, realizzato anche con l’ausilio di mio fratello Michele che mi ha accompagnato e fatto conoscere la magia del piano e degli altri amici musicisti che con noi hanno collaborato”. Il disco è stato registrato dalla Aldima Recording Studio (Alfredo di Martino accordion project) e mixato da Lello De Luca. La copertina grafica è di Maurizio di Somma che ha curato anche il logo, le foto sono di Oreste Palmieri, un lavoro musicale dedicato a Leonardo, Gianluca, a cui ha dedicato due inediti “Valse pour Lenny e “Gianluca’s song” alla moglie Tonia e ai genitori. Un disco realizzato con tanti artisti del panorama jazzistico italiano e internazionale, dal fratello Michele di Martino al piano al sassofonista Daniele Scannapieco, il contrabassista Tommaso Scannapieco, il batterista Luigi del Prete, il pianista Catello Cannavale, il batterista Antonio Mambelli e il bassista Pasquale De Angelis. Stabiese al 100%, Alfredo di Martino che nasce come pianista e studia presso il Conservatorio di San Pietro a Majella, un giorno si innamora della fisarmonica oltre che della dolcissima Tonia, egli si muove nel mondo della musica collaborando con grandi artisti del pop quali Gianni Conte, Monica Sarnelli e Renzo Arbore. L’amore per la fisarmonica da concerto avviene ascoltando il fisarmonicista francese Galliano, ha iniziato a studiarla da autodidatta arricchendo sempre più il suo repertorio dei più noti autori dello strumento. “Questo disco è un’esigenza dell’anima per raccontare il mio essere musicista” ci racconta emozionato durante la presentazione e come non capirlo! Gabriel Garcia Marquez sosteneva che la fisarmonica sa regalare a chi l’ascolta “un’implacabile lezione di umanità”, essa ha girovagato nel mondo in una traiettoria vagabonda e zingaresca, senza certificati di nascita ne di buona condotta, di porto in porto passando dalle fumose taverne tedesche alle melanconiche note di un valzer francese, uno strumento proletario che trova casa sua dove c’è il mare e uomini come Alfredo di Martino che sanno regalare a questa città pezzi di cultura musicale non per tutti, non per chi sa vedere e raccontarne solo i lati oscuri. Potrete trovare Free Reeds su I Tunes e nei migliori negozi musicali della Campania.

Per info: https://www.facebook.com/alfredo.d.martino

Please follow and like us: