È la vincitrice della 1a Edizione di Un Volto per Sei, Giovanna Verzieri, di origini italo-filippine ma romana doc. Conosciamola meglio…

 

Giovanna Verzieri è “Il” Volto per Sei 2014

Innanzitutto sono contenta di essere venuta a Napoli perché non ci ero mai stata. È stata una giornata emozionante e frenetica ed ho semplicemente pensato a divertirmi e a fare una nuova esperienza, partecipando ad un concorso che sicuramente mi avrebbe fatto sentire una persona migliore per il tema solidale della serata. C’era tanta agitazione ma anche grande collaborazione tra noi ragazze cosa anche non sempre avviene in questi eventi. È stata un’esperienza molto positiva che mi ha fatto conoscere persone nuove.

Con chi sei rimasta amica?

Soprattutto con Claudia Varga. Ciao Claudia! Siamo entrambe romane e ci siamo aiutate durante le prove e consigliato per i vestiti. Claudia è una bella persona.

Un momento della giornata che porterai con te?

Ma certo, c’eri anche tu! Durante la prova abiti nell’atelier Pastore. Girare nell’atelier tra tutti quegli abiti eleganti e meravigliosi. Poi ci avete dato la possibilità di farci indossare quelli che più ci piacevano e questo ha dato i suoi frutti in passerella. È stato un momento di grande amicizia.

Hai vinto un viaggio, dove andrai?

Deciderò dopo il sei settembre, per ora ho superato le selezioni di Miss Europee Continental e sarò a Caserta per le finali. Approfitto del vostro premio per visitare Barcellona, una città bellissima e ricca di cose da vedere.

Grazie allora per essere inviata speciale di Sei Periodico ma sai che Giovanna Verzieri è ufficialmente la nostra testimonial per un anno della 1a Edizione di Un Volto per Sei?

Sono onorata di rappresentarvi e mettere a disposizione la mia esperienza di modella per la 2a Edizione di Un Volto per Sei.

E tu che ricordi hai dei tuoi primi servizi fotografici?

Ho cominciato a 15 anni soprattutto per superare la mia timidezza. All’inizio ero molto insicura davanti all’obiettivo ma poi ho cominciato a sciogliermi e a superarla, posare davanti all’obiettivo mi ha insegnato ad essere più sicura di me.

Che consiglio daresti alle aspiranti modelle?

Fate tante prove davanti allo specchio per sperimentare le pose in cui vi sentite più a vostro agio. Siate chiare con i fotografi in termini di correttezza e professionalità. Le immagini che vi scattano sono il vostro biglietto da visita, usate prudenza. Poi davanti all’obiettivo tirate fuori il meglio di voi.

Prima di salutarci mi dici un obiettivo raggiunto e uno prefissato?

L’obiettivo raggiunto è stato diventare modella superando le perplessità di chi vedeva nella mia timidezza un limite. Per il futuro prossimo ho l’obiettivo di diventare una brava grafica per mettere a frutto le mie doti creative

Please follow and like us: