49 Views |  Like

Elisa Girotto …36 doni per non dimenticare.

Sarà stato così anche per la trevigiana Elisa Girotto, 40 anni di Spresiano, direttrice di banca quando, il 24 agosto del 2016, ha tenuto in braccio per la prima volta la sua bambina. Come ogni mamma si sarà proiettata nel tempo, guardando ad un futuro costruito su piccoli passi e tanti traguardi da raggiungere assieme.
Purtroppo la sua avventura materna si è fermata molto presto poiché, poco dopo la nascita della piccola Anna, ha scoperto di avere un tumore al seno difficilissimo da curare e che non le ha lasciato scampo.
Determinata e forte mamma Elisa non si è arresa al cancro e ha iniziato una vera corsa contro il tempo, ha spento la prima candelina assieme a sua figlia, ha visto spuntarle il primo dentino, si è sentita chiamare mamma, ed è riuscita ad indossare un bellissimo abito da sposa e a sposare il suo compagno di vita Alessio Vincenzotto.
A fine settembre Elisa è morta alla Casa dei gelsi di Treviso, l’hospice dell’Advar che ac compagna i malati terminali negli ultimi giorni di vita, ma non ha lasciato vuoto dietro di se e, proprio come Pollicino, ha dis- seminato il percorso futuro della vita di suoi cari con simboli e messaggi che la ricorderanno nel tempo. Elisa ha capito cos’era importante fare per raccontare a sua figlia che l’amore non si ferma con la morte, che esiste un tempo, oltre il tempo che abbiamo, che non è fatto di giorni e di ore ma di simboli che ci rappresentano e servono ad indicare agli altri le cose che per noi sono importanti e che necessariamente dobbiamo trasmettere a chi amiamo.
Nelle ultime pagine del suo diario di vita, Elisa ha segnato i 18 momenti più importanti per la vita di sua figlia e che aveva immaginato di vivere con lei. Ha poi acquistato 18 regali per i prossimi 18 Natali e compleanni, per accompagnare la metamorfosi di una figlia che da bimbetta diventa prima fanciulla, poi ragazza ed infine donna. Un modo per esserci nel tempo e per non lasciare che il tempo stesso sbiadisca le emozioni. È stata così previdente questa super mamma da chiedere ad altre mamme, iscrivendosi a vari gruppi su facebook, consigli sui regali più giusti per le età future della piccola Anna, per quegli anni così difficili da immaginare per lei. Computer alla mano, ha acquistato online tutti i doni, Alessio, il marito, non lo aveva capito subito. “Mentre lei era ricoverata – ha poi raccontato – il corriere veniva a casa un giorno sì e uno no per consegnare pacchi con vestiti per tutte le età, libri, bambole, giochi didattici”. Tanti regali da parte di Elisa a sua figlia, a lui spetterà il compito di impacchettarli e darglieli al momento giusto. Un puzzle con il Golden Gate per attraversarlo dal cielo con lei, una Barbie con la cucina perché voleva che anche lei amasse i fornelli, un mappamondo di sughero, do ve segnare con le puntine ogni meta conquistata e quelle ancora da raggiungere: prima con il suo papà, poi da sola ma mai veramente sola perché Elisa sarà sempre nel cuore di Anna e poi tanti messaggi nascosti negli angoli di casa, che verranno fuori al momento giusto e messaggi vocali per farle ascoltare la sua voce.
Sembra la favola di Alice nel paese delle Meraviglie quella scritta da questa intrepida mamma. Nel corso del tempo Anna, proprio come Alice, ad ogni ostacolo che incontrerà, potrà contare su ciò che Elisa ha lasciato per guidarla sulla giusta strada. Non oggetti qualunque, regali fatti per celebrare un momento, ma simboli che le serviranno a costruire il suo mondo interiore, per far crescere in lei certe consapevolezze che solo una mamma sa dare. Elisa proprio come la Regina Bianca che aiuta Alice a superare i suoi limiti. Così, ogni qualvolta scarterà un dono o troverà un messaggio, Anna capirà quale strada percorrere.
Il tempo passa per tutti ma si ferma per chi non è più tra noi però Elisa ha trovato il suo modo per esserci nel tempo, con un orologio che segna i mesi e per fare in modo di esserci agli appuntamenti importanti della vita della sua amata bambina perché, come diceva il Cappellaio Matto, chi impara a conoscere il tempo non lo smarrisce anzi gli fa fare ciò che vuole.

Please follow and like us: