103 Views |  Like

I racconti di Laura | Dominami!

Anna aveva le mani legate dietro la schiena, distesa sul letto, le lenzuola profumate di lavanda, era in reggiseno e slip. Il corpo tonico e flessuoso imprigionato nei tailleur, in quel momento non le apparteneva, non era la donna abituata a dirigere e comandare, non era più se stessa, ogni possibile azione era riposta nelle mani e nella mente del suo amante. La sua libertà era stata rinchiusa fuori da quella camera, era completamente posseduta da quell’uomo e soprattutto le stava bene così.
Il piacere che le avrebbe dato non dipendeva da lei, la sola cosa che le concedeva il suo amante era di ubbidire agli ordini. Il suo corpo rappresentava solo un mezzo per il piacere dell’altro se lui avesse voluto dargliene glielo avrebbe concesso, altrimenti si sarebbe dovuta accontentare di essere strumento di piacere solo per lui. Su quel letto Anna era aperta ad ogni cosa e il suo amante lo sapeva e ogni volta la spingeva su sentieri che le regalavano sensazioni forti e irrinunciabili. L’uomo le strappò di dosso gli ultimi indumenti cominciando il gioco del dominio su quell’irresistibile corpo… L’ eros è legato al possesso, al potere (non si è più di se stessi, ma di un altro: si desidera perdere la libertà, si desidera possedere un altro); questo gioco di dominante e dominato fa emergere certi lati nascosti della personalità di chi lo vive, per cui c’è un soggetto passivo: il dominato, che non ha la preoccupazione di dare/avere piacere e il dominante gratificato dal senso di possesso e di potere sull’altro.

Nel gioco in generale lo spazio è dato alla creatività, alla liberazione da limiti e regole, alla espressione di sé. Nel gioco erotico l’essere dominati contrappone la natura conflittuale di una personalità che nella vita reale generalmente tende a dominare mentre tra le lenzuola altro non desidera che perdere la propria libertà decisionale. Chiusa in una stanza Anna lascia il mondo fuori e si apre a nuove prospettive di piacere, vissute in una dimensione diversa da quella quotidiana e proprio per questo trasgressiva ma rassicurante perché circoscritta ad un tempo e luogo in Sia chiaro dominare l’altro, senza arrecargli danni fisici, deve essere un gioco consenziente. Per principio una dimensione dell’Eros è aperta e rifiuta la logica del dominio e del possesso, è il regalo di se stessi senza contropartita, anzi, è regalare all’altro la propria e la sua libertà.
Il rapporto deve generare creativa libertà, vita.
E rifiutare il possesso se esso diventa controllo sulla vita dell’altro. Se si pone come gioco per scaricare le proprie ansie e lasciarsi andare oltre il proprio ruolo allora essere dominati o dominare è la più appagante delle esperienze.

Please follow and like us: