95 Views |  Like

Il periodico fuori dagli schemi

Sei periodico?

Mi sono chiesto come avrei aperto l’editoriale nella nuova testata, ma a tutt’oggi non mi sono venute idee valide, se non quella di pensare che dopo tanti anni di scrittura sto per portare a battesimo una nuova testata. Chi mi conosce bene, sa che non amo mettermi in mostra ne parlare in prima persona, tuttavia il momento lo richiede ed io con estremo sacrificio tento una goffa presentazione del nuovo progetto editoriale dei miei amici scalmanati, che parafrasando una canzone del buon Gino Paoli ci siamo ritrovati al bar ed abbiamo deciso di cambiare il mondo! Nella canzone del poeta della lanterna, genovese quanto mai, alla fine al bar rimane da solo; ebbene questo non dovrà capitare, anche perché il conto del caffè sarebbe salato! Cosa dire, elencare i punti di forza del giornale mi scoccia ed infastidisce oltre modo, penso che quando lo sfoglierete dovrete essere voi lettori e lettrici ad emettere un giudizio il più feroce possibile, così almeno la proprietà del giornale mi caccia subito ed io posso ritornare a non far niente e a far compagnia i tanti ingegneri stradali stabiesi. In caso contrario mi condannerete ai lavori forzati, alle interminabili riunioni di redazione, alle sedute dallo psicanalista e agli appuntamenti coatti dall’avvocato di mia moglie che sicuramente chiederà il divorzio. Per tanto pensateci bene prima di emettere un giudizio. Il periodico, oggetto del desiderio delle parrucchiere, degli studi dentistici, delle sale d’aspetto per eccellenza, sarà il Vostro cicisbeo, finanche come supporto di pulizia per la gabbia del canarino o della lettiera dei gatti, tuttavia, è spero che lo facciate davvero, di rispettare il nostro umilissimo lavoro al fine di informarvi il più possibile senza se e senza ma in maniera leggera, frivola, ma con un pizzico di sana cattiveria modello portinaia, ma sempre aderente ai fatti senza compromessi.

Speriamo bene.

Please follow and like us: