78 Views |  Like

Stay Hungry, Stay Foolish.

La rete ed il mondo intero ha pianto il suo guru; Steve Jobs leggendario fondatore della Apple. Ma il visionario, come l’ha definito Barak Obama lascia degli insegnamenti profondi. In tempi di crisi, di scoraggiamento, di disilluso e crudo realismo, abbiamo bisogno di miti che ci ricordino dove l’uomo può giungere. Ci ha fatto pensare che in una sola persona si concentrassero la capacità, il carattere, la volontà, che gli hanno permesso di lasciare nel mondo un’impronta più profonda del nostro essere. Poi ci ha fatto capire, attraverso la vendita delle sue applicazioni, che la rete in quanto libera, deve pagare comunque un piccolo tributo alla ricerca; ove mai questi studi portino ad un miglioramento della qualità della vita. È di questi giorni, lo scontro tra le fila di Sinistra e Libertà tra Nichi Vendola e Giancarlo Torricelli per il manifesto con la mela morsicata ed il simbolo di SEL che dice “Ciao Steve” apparsa su molti muri di Roma. Vendola, scomunica il visionario Jobs, dicendo che non è un’icona di sinistra, proprio perché è in netto contrasto col la filosofia del software libero. L’insegnamento più alto che Jobs ci ha lasciato è senza dubbio il seguente: è la gente che usa il computer e non il computer che usa la gente. Si ritiene a giusta ragione che in questo sillogismo ci sia tutta la strategia filosofica tra Apple e Microsoft. È soprattutto nel fallimento, che l’inventore della Apple ha dato il meglio quando dice che: l’insuccesso è parte della vita, perché consente di essere ancora debuttanti, e di ritrovare l’amore per ciò che si è scelto di fare. Egli non è la clonazione di pensieri sentiti altrove, e modellati secondo il proprio uso e consumo, né il capo di una massoneria tecnologica chiusa su se stessa e preclusa a molti. La filosofia Apple è la vera tecnologica a servizio di tutti, dall’uso domestico, quotidiano, a quello professionale, atta al miglioramento degli standard qualitativi della vita di tutti i giorni. Il 5 ottobre 2011 resterà per lunghissimo tempo una data segnata. È la data della morte di Steve Jobs, il mondo rallenta e sembra di non aver voglia di parlare d’altro…

Please follow and like us: