78 Views |  Like

Karolina Kostner | Figlia del Ghiaccio

© Pina Longobardi | Sei Periodico

Carolina Kostner nasce a Bolzano, l’ 8 Febbraio 1987. E’ una pattinatrice artistica su ghiaccio che negli ultimi anni ha legittimato, l’attuale primato nel ranking ISU (International Stating Union), a suon di medaglie collezionate dentro e fuori dal vecchio continente. Carolina è fresca vincitrice del mondiale 2012 disputato a Nizza nel mese di Marzo, la campionessa azzurra ha ancora tanta voglia di continuare a stupire e portare in alto il nome dell’Italia in giro per il mondo.

La sua famiglia tramanda ormai da generazioni la passione per gli sport sul ghiaccio, ma quando, nel suo percorso di crescita, ha avuto la percezione di poter raggiungere importanti traguardi nel mondo del pattinaggio di figura?

In un certo senso l’ho sempre saputo nel profondo del mio cuore ma ora che ce l’ho veramente fatta é più facile dirlo. Ho passato momenti dove avevo grandi dubbi. Non trovo così importante la fame di successi, ovviamente é più bello vincere che perdere, quello che non può mancare é la passione in quello che fai, è il motore che ti spinge ogni giorno a voler migliorare ancora e ancora.

Nella sua formazione si è ispirata a qualcuno per la sua crescita professionale?

La mia famiglia mi é sempre stata molto vicina, considero loro i principali artefici della mia crescita umana e professionale.

Quest’anno, dopo la vittoria nei campionati del mondo , ha consolidato il primato nel ranking mondiale ISU, quali responsabilità comporta essere la numero uno e quale può essere il segreto per restare in cima ancora a lungo ?

Sono molto consapevole che é difficile restarci per sempre. Intanto sono io la numero uno, di questo sono molto felice e cerco di godermi il momento, il futuro è sempre un’incognita.

Il suo palmares è ricco di medaglie, lei ha partecipato a tantissime gare. Che sensazioni prova mentre pattina?

Ogni volta é un’emozione nuova. Come ad esempio l’essere stata la Portabandiera alle Olimpiadi di Torino nel 2006, orgoglio ed emozione che non cambierei con nessuna medaglia al mondo. Altra esperienza unica l’ho vissuta l’anno scorso all’interno dell’Arena di Verona nello spettacolo più bello a cui abbia mai partecipato, “Opera on Ice”, dove assieme ai più grandi campioni di pattinaggio abbiamo interpretato le arie più famose delle Opere liriche, accompagnati dal vivo dai cantanti, coro e orchestra dell’Arena di Verona, se ci penso mi vengono ancora i brividi. Quest’anno Opera on Ice sarà il 22 settembre sempre all’Arena di Verona, vi aspetto.

Nella sua carriera costellata di successi, qual è stato il momento più difficile vissuto e come l’ha superato?

Fortunatamente non ho mai avuto grandi problemi di salute, ho una famiglia che mi sostiene e il piacere di pattinare che tiene viva in me la passione per questo sport.

Carolina Kostner orgoglio ed esempio dello sport italiano, quale messaggio manderebbe ai giovani per avvicinarli alla sua disciplina?

Il pattinaggio non é solo fatto di vittorie e medaglie d’oro, in primo luogo c’é il movimento e il divertimento per bambini, ragazzi e adulti di ogni età; è un modo alternativo alla solita corsa, o al classico giro in bicicletta, per tenersi costantemente in forma e in buona salute.

Please follow and like us: