65 Views |  Like

Luca Argentero: Il principe azzurro dall’animo gentile.

Nel 2003 Luca Argentero schivo e timido seduceva le telespettatrici dalla Casa del Grande Fratello. Oggi l’ex inquilino del 1° reality italiano è passato a giudice fisso di Amici 12 insieme a Sabrina Ferilli e Gabry Ponte. Attualmente è impegnato sul set del film di Luca Miniero “Il boss nel salotto” prossimamente al cinema.

Quando eri piccolo immaginavi che da grande saresti diventato…
Un tennista, uno sport che mi affascina tanto ma la vita a volte ci apre strade che nemmeno immaginiamo, va bene così!

Invece quando hai capito che volevi fare l’attore?
Sul set di “Carabinieri”, è stata una serie che ha cambiato la mia vita sia dal punto di vista professionale che da quello personale, è lì che ho incontrato mia moglie Myriam Catania, la donna della mia vita, tra noi c’è un’alchimia fortissima che dura ormai da oltre otto anni.

È un momento eccezionale per te, solo in questa primavera sei presente in ben tre film “Bianca come il latte, rossa come il sangue” di Giacomo Campitoti, “Il Cecchino” di Michele Placido” e l’ultimo prossimamente nelle sale “Cha, Cha, Cha” di Marco Risi, cosa ti rende irresistibile agli occhi di autori, registi e pubblico?
Lo chiedi a me? Ma non ne ho la più pallida idea. Mi sento una persona come tante, con sogni nel cassetto “normali”: famiglia, lavoro, salute. È un periodo positivo tutto qua!

Il film “Cha, cha, cha” di Marco Risi che esce il 27 giugno, ti vede ancora una volta protagonista. Ci racconti qualcosa del tuo ruolo?
Io interpreto Corso, un investigatore intuitivo che scova indizi che gli altri non vedono, un uomo misterioso dal passato ombroso e sofferto che ha trovato un nuovo equilibrio e che sarà sconvolto da un evento che lo metterà alla prova. Corso è una specie di supereroe senza mantello, uno che ha un forte senso della giustizia e che difende le sue convinzioni, circondato da nemici e da ragazzi che sente di dover proteggere.

Come vivi il tuo ruolo da giudice in “Amici 12”, non senti il peso di poter sbagliare giudizio?
Devo dire che mi piace molto e lo sto vivendo con grande responsabilità. Sono affascinato dalla bravura di questi ragazzi e sono onesto nel valutare le loro performance. Nonostante la fatica di dovermi spostare tra Bolzano e Roma, sono felicissimo di far parte di questo bellissimo spettacolo, con ospiti internazionali e un pubblico indiavolato!

A proposito di Bolzano è vero che stai girando un nuovo film che ti vede protagonista insieme alla napoletana Paola Cortellesi e per la regia di Luca Miniero?
Si, il set è quello del “Il boss nel salotto” regia di Luca Miniero già autore di Benvenuti al Sud, con Paola interpretiamo una coppia “normale”, con ambizione di scalata sociale, che punta ai salotti più esclusivi della nordica città. L’arrivo di Rocco, fratello di Paola, che dopo 15 anni di silenzio decide di scontare gli arresti domiciliari nella casa della sorella, che aveva cercato di chiudere le porte ad un passato che voleva dimenticare.

Hollywood è un sogno per molti attori, tu lasceresti l’Italia per andarvi a lavorare?
Se avessi qualche proposta interessane perché no, ma non credo che capiterà.

Hai una moglie bellissima, qual è il segreto della durata di un amore?
Avere passioni in comune, come il cinema, abbiamo anche aperto INSIDE una casa di produzione e prodotto il nostro primo film a basso costo “Cose cattive” un horror.

Quando ad un talento come il tuo si fonde un grande fascino come si esce indenni dalle tentazioni?
Credimi, se ti piace quello che hai, le tentazioni non le vedi proprio!

Più ti racconti e più ho la sensazione che tu incarni la perfezione, il principe azzurro, bello, con l’anima, gentile, non ti manca nulla. Ma non ci credo! Anche tu avrai i tuoi difetti, allora?
Si, anch’io ho i miei difetti, sono permaloso, irascibile, ho le mie paranoie e soprattutto il brutto vizio di fumare.

 

 

Seiperiodico|Giugno 2013

Please follow and like us: