Agenti Immobiliari: Lavorare in Smart Working

Agenti Immobiliari: Lavorare in Smart Working

SFOGLIA ONLINE

L’emergenza COVID-19 ha oltrepassato i dieci giorni di chiusura di molte attività, la situazione non è di quelle facili perché tutti noi sappiamo che le agenzie immobiliari svolgono una serie di operazioni quotidiane che richiedono soprattutto spostamenti. Dai collaboratori che fanno zona agli appuntamenti per le visite agli appartamenti in incarico, tutto si svolge attraverso il contatto umano.

© Pina Longobardi | Sei Agenzia

Cosa può fare un’agenzia immobiliare per prepararsi alla riapertura?
La prima cosa da fare è sicuramente sfruttare questo tempo per riorganizzarsi.
In questo momento i portali immobiliari servono a poco. Le persone non hanno l’esigenza di acquistare casa o la possibilità di venderla quindi non li visitano molto ma l’agente immobiliare può “stare sul pezzo”, come si dice in gergo giornalistico.
È ora di rispolverare il vostro sito e chissà che dopo non vi accorgiate che potrete fare a meno di qualche pomposo portale immobiliare che, mentre spilla soldi si indicizza il sito e vi lancia nel mare dell’anonimato, dando alla concorrenza la possibilità di conoscere la qualità dei vostri incarichi e di studiarsi nuovi potenziali acquirenti.
Le informazioni sono aggiornate? Avete pubblicato la vostra rivista digitale? Siete davvero convinti che accogliere i clienti con dieci incarichi in primo piano sia la soluzione giusta?

Questo è un momento di grandi fragilità personali e sociali e la gente ha bisogno di sapere il valore delle proprie cose anzi delle proprie “case”. Quindi lavorate sul contenuto!

  1. Aggiornate i contenuti del vostro sito
  2. Tenetevi aggiornati sul mercato immobiliare, utilizzando fonti attendibili
  3. Non trascurate i vostri clienti: telefonateli, rassicurateli, informateli che tenete in caldo l’incarico che gli avete affidato.
  4. Tenete attiva l’agenda degli appuntamenti e chiamate le persone che hanno mostrato interesse per un appartamento. Strutturate una telefonata che innanzitutto si concentri sullo stato d’animo dell’interessato. Concludete la conversazione con l’interlocutore dicendogli che lo segnerete nell’agenda dei prossimi appuntamenti e che vi risentirete al più presto. Il tono della telefonata deve trasmettere ottimismo e rassicurazione e non deve dilungarsi troppo, non dilungatevi sull’aspetto drammatico della situazione.
  5. I social non vanno tralasciati, per prima cosa: evitate di sembrare CHIUSI PER FERIE. Continuate a promozionare gli incarichi, create dei video in cui comunicate a chi vi incontra in rete che siete a disposizione per consigli e valutazioni on line, mettete post in cui fate sentire la vostra sensibilità per il momento difficile che stiamo tutti vivendo, riguardatevi i commenti di chi ha chiesto informazioni. SIATE PRESENTI NELLE TESTE DEI VOSTRI CLIENTI.

Evitate di lamentarvi, evitare frasi del tipo “non sappiamo se riapriremo”, non condannate le decisioni governative, non esprimetevi politicamente, non condividete FAKE NEWS, voi siete agenti immobiliari e non giornalisti. Chi vi legge deve sapere che svolgete questo lavoro con passione, che avete il piano B, il piano C, che siete un transatlantico nella bufera, se non vi mostrate affidabili, concreti, esperti del vostro settore la gente andrà altrove. Applicate la logica dei bambini che trovano sempre un equilibrio emotivo attraverso il gioco.
Ricordate che tutto quello che farete oggi sarà importante per quanto ricomincerete, se lasciate che i vostri clienti dimentichino il vostro lavoro, se interrompete la connessione emotiva con loro, potrete avere brutte sorprese alla riapertura. 

Il CONVID-19 cambierà il nostro modo di lavorare e voi agenti immobiliari dovete essere un passo avanti.

ULTIMI POST

BRANDING

ABITARE

La creatività ridefinita

L’innovazione richiede creatività,
e la creatività richiede
che si pensi… in modo diverso.

Iscriviti alle nostre newsletter

Please follow and like us: