Campagna “Valore inestimabile”

Campagna “Valore inestimabile”

“Il tempo dà valore alle cose una vita attiva dà valore alle persone”.

Questi sono i giorni della “crisi sociale”, la quotidianità di persone, attività e istituzioni è scossa dalla paura da coronavirus. In rete l’informazione incessante si trasforma in “infodemia”, virale anche più del virus stesso. Mai come in questi giorni in cui siamo un po’ tutti esperti di statistiche, virologi improvvisati, strateghi anti-pandemia, mentre ci nutriamo costantemente di aggiornamenti sulla diffusione da covid-19, facciamo i conti con un dato importante: l’Italia è un paese di vecchi, con un sistema sociale che si rapporta agli anziani medicalizzando la terza età, non coinvolgendola alla vita attiva della Nazione. In Italia gli anziani sono trascurati dal punto di vista psicologico; sul territorio non esistono strutture che garantiscono loro uno standard di vita adeguato. Eppure gli “anni d’argento” potrebbero essere per questo Paese una grande risorsa. In una nazione in cui l’età media è di 44,9 anni e gli ultra sessantacinquenni sono quasi il doppio della popolazione under 14, poter contare su anziani attivi potrebbe essere un’inestimabile risorsa.

Gli anziani dovrebbero essere visti veramente come un valore e, oggi più di prima, questa riflessione è uno spunto indispensabile sul quale le istituzioni hanno il dovere di lavorare. A tal proposito è bellissima la campagna “Valore inestimabile” sul tema dell’invecchiamento attivo, ideata e realizzata per AUSER (Associazione per l’invecchiamento attivo) a cura dell’agenzia Idea Comunicazione. In un video di pochi minuti viene espressa con grande semplicità la metafora che non tutte le cose che invecchiano sono destinate a svalorizzarsi, alcune migliorano proprio per effetto dell’invecchiamento stesso. Esattamente come i nostri buoni vini, i formaggi DOP stagionati e altri prodotti che costituiscono una parte integrante della nostra economia, gli anziani possono essere il valore aggiunto per il nostro Paese e soprattutto per i nostri figli multitasking, ipertecnologici, attentissimi all’immagine ma troppo spesso non ascoltati, incompresi nelle loro fragilità. Gli anziani custodiscono un tesoro inestimabile nel loro vissuto: i ricordi. Ricordi, che in questa società troppo veloce e poco attenta, vengono spesso tralasciati solo ai libri di storia, argomentati come materie di studio. Il coronavirus ora dovrebbe essere vissuto con grande umiltà dalla popolazione attiva. In fondo nella sua virulenza ci sta gridando qualcosa: l’urgenza di fare un passo indietro, di rallentare, di essere meno presuntuosi e più umili. L’unica globalizzazione ora necessaria all’umanità intera è la “filosofia della saggezza”, molto spesso racchiusa nel vissuto dei nostri anziani.

Cliente – Auser
Agenzia: Idea Comunicazione
Direzione creativa, Art & Copy – Alfonso Marzano, Nino Santomartino
Regia e montaggio – Antonio Palumbo
Produzione: Idea Comunicazione
Con: Jane Robez
Cinematografia – Marco Martelli
Operatore – Angelo Cipolla
Scenografia – Tiziana Liberotti
Assistente scenografo – Pietro Satiro
DIT – Leonardo Corvino
Foto di scena – Alfonso Marzano
Storyboard – Antonio Palumbo
Backstage – Eran Penso
Attrezzature – D-Vision Italia srl
Teatro di posa – D-Vision Italia srl
Esportazioni – REDIGITAL Srl
Assicurazioni – Studio M
Grazie ad Anna Zanetti per la preziosa collaborazione

ULTIMI POST

AREA VIP

NEWS

Please follow and like us: