Farmacista stabiese sclera e aggredisce una cliente.

Farmacista stabiese
sclera e aggredisce una cliente….

In questi giorni la categoria è al centro delle attenzioni dei cittadini, definiti eroi nell’emergenza dal Presidente Conte, scopriamo che a Castellammare le farmacie non adottano tutte le stesse regole e mentre le persone, confinate a casa facendo i conti con un portafogli sempre più leggero, c’è chi non guarda in faccia a nessuno, i servizi supplementari si pagano e sono anche cari! 

© Pina Longobardi | Sei Agenzia

Così alle 13,30 di un freddo primo pomeriggio, in piena pandemia dopo una lunga fila un gruppo di 5/6 stabiesi in coda all’esterno della farmacia Sant’Antonio in Via Tavernola si sono sentite dire che era ora di chiusura e che sarebbero dovute ritornare nel pomeriggio, e …meno male che la farmacia invita i suoi clienti a restare a casa in questo periodo!
Alle rimostranze di una cliente la stessa si è vista verbalmente aggredita da due dei dottori presenti in farmacia, uno di essi ha rifiutato di darle il farmaco che la signora aveva chiesto per suo padre anziano e tra le urla stizzito le ha sbattuto a terra la carta di credito, invitandola, si fa per dire, ad uscire, etichettandola “insensibile” nei confronti della categoria che rischia la vita ad ogni cliente che accede nel negozio. Non si è risparmiata una collega del dottorino che ha investito la cliente disperata con una serie di epiteti volgari e parolacce ed è passata poi alle minacce, tentando di lanciarle appresso un pesantissimo scotch dispenser da tavolo, fortunatamente ella è stata fermata da un collega. La farmacia un’ora dopo l’accaduto ha provveduto ad informare i suoi clienti che “il servizio dopo l’orario di chiusura non è garantito, anche per chi è già in possesso di ticket. “Costo di una mascherina presso la farmacia Sant’Antonio € 5,00. Tranquilli però, le code presso questo esercizio possono essere evitate richiedendo il “servizio di consegna farmaci a domicilio”, peccato che, rispetto ad altre farmacie, le stesse hanno un sovrapprezzo di € 3,00 per tutti e peccato che questo costo nella pomposa pubblicità sul maxischermo all’esterno del negozio e sulla pagina social non venga specificato. Il messaggio in pratica e “Noi siamo in farmacia, tu resta a casa… l’importante è che paghi!”.
Chiedendo alle strutture sparse sul territorio abbiamo scoperto che alcune hanno preferito non aderire a questo servizio per evitare un ulteriore veicolo di contagio tra corrieri e clienti come ci ha riferito la farmacia San Carlo sita in zona San Marco ma la disponibilità verso i clienti resta immutata così come la cortesia. Nessun sovrapprezzo sulle mascherine che si orientano su un costo tra € 1,50- 3,00. “Le persone che si rivolgono a noi sono sempre le stesse… si compra l’indispensabile… sarebbe meglio però che dopo le 18,00 le saracinesche delle farmacie fossero abbassate perché rimaniamo soli e il coprifuoco mette tensione. In ogni caso i clienti presenti in fila li smaltiamo tutti prima di chiudere” della stessa linea la Farmacia Cuomo in Via Napoli.
In merito alla consegna dei farmaci presso il domicilio altre hanno optato per una soluzione personalizzata e dedicata solamente a quei clienti di cui conoscono le difficoltà motorie o le gravi patologie offrendo un SERVIZIO GRATUITO, come ci ha riferito la Farmacia del Leone ubicata nella zona vecchia della città. Costo di una mascherina è 1,50 anche se il titolare si sarebbe augurato che, tra i tanti provvedimenti governativi, le stesse fossero state decretate presidi medici magari distribuibili gratuitamente proprio nelle farmacie. “Le mascherine sono indispensabili per tutti, indossarle è un dovere sociale verso il nostro prossimo, perché in una fase asintomatica da Coronavirus si limitano i contagi”.
“Le consegne a domicilio sono un servizio gratuito che offriamo alla nostra clientela – ci riferisce una dottoressa della Farmacia Pliniosoprattutto ai nostri pazienti anziani, molti vivono con pensioni esigue sarebbe assurdo caricare ulteriormente il costo di ticket e farmaci. Le mascherine che avevamo a deposito costavano € 2,00 un pacco da dieci. Oggi i prezzi sono aumentati perché ad aumentarli sono stati i fornitori. I titolari qui le hanno cedute gratuitamente ai clienti meno abbienti, anche per rasserenarli un po’. Sono poche e noi stessi provvediamo a disinfettare le nostre anche se andrebbero cambiate regolarmente – alla domanda se il virus fa paura, la risposta è stata – la paura non serve, facciamo il nostro lavoro, cerchiamo di mantenere le distanze sociali ma tra noi si sono rinsaldati i rapporti e con i clienti siamo comprensivi, veniamo loro incontro, anche se c’è da perdere qualche minuto in più. Il periodo è nero per tutti non solo per noi”.

NEWS

AREA VIP

Dai forma
a nuove idee

È bello scrivere
perché riunisce le due gioie:
parlare da solo e
parlare a una folla.

Cosa possiamo fare per te?

Lascia il tuo nome ed email oppure contattaci allo 081.2318493

Please follow and like us: