Solocaseda… Abitare: Venditore indecente.

Venditore indecente​

Ogni giorno un agente immobiliare si sveglia e progetta di acquisire tanti immobili, studiando ogni mezzo possibile per sbaragliare la concorrenza con tecniche da venditore innovative e vincenti.

Ogni sera lo stesso agente immobiliare torna a casa spesso perdente e stressato dopo una serie di appuntamenti andati a vuoto, con potenziali acquirenti che dopo aver visto una casa se ne escono con la mitica frase “mah non era proprio come me l’ero immaginata, dalle foto sembrava più spaziosa e luminosa”…..

Ogni giorno un agente immobiliare lo sa che il tempo è il suo maggior nemico perché per ogni vendita realizzata c’è un immobile in meno nel proprio portafoglio.

Ogni giorno un agente immobiliare sale su una metaforica “ruota del criceto” e comincia la sua corsa contro il tempo, stressando i suoi collaboratori, spazientendosi con eventuali acquirenti, bestemmiando in silenzio perché i suoi clienti si lamentano che la casa è ancora invenduta.

Allora ordina al suo team di uscire fare i contatti su zona e bussare alle porte di persone che spesso li scambieranno 9 volte su 10 per venditori di scope elettriche o portatori di messaggi religiosi. Ordina alla sua segretaria di dare visibilità ai propri annunci sui portali immobiliari che paga profumatamente e che si arricchiscono mentre indicizzano la loro pagina web, poi più tardi le chiede di fare telefonate a caso per chiedere a freddo ad emeriti sconosciuti se hanno intenzione di vendere casa e, se non la prendano a parolacce scambiandola per l’ennesimo gestore telefonico, nel giro di pochi secondi la telefonata spesso finisce con un “non mi interessa” e il telefono sbattuto in faccia.
Nel frattempo il nostro agente spia la concorrenza nella speranza di acquisire clienti ed essa fa esattamente lo stesso, sbirciando gli incarichi dal suo sito, dalla sua pubblicità.

Ogni giorno un agente immobiliare si sveglia e butta il suo tempo, la sua vita illudendosi di utilizzare tutte le strategie efficaci per acquisire i clienti e non si rende conto che sta girando a vuoto, utilizzando tecniche di acquisizioni di trent’anni fa: obsolete, inutili, dannose alla sua agenzia e che fanno scappare i suoi collaboratori.

Insomma vuoi smetterla di usare il tuo tempo come risorsa e investire invece il denaro per produrre altro denaro?
La prima verità che ti racconto oggi è che di agenti immobiliari ce ne sono troppi e avete tutti una strategia sbagliata che io definisco: il manuale del criceto.

Vi riempite gli uffici di persone incompetenti con l’unico scopo di mandarla fuori a far carne da cannone a suonar campanelli e macinarsi al telefono rompendo i coglioni a casa della gente che sta facendo altro e, che a forza di fare i buchi nell’acqua si demotiva, molla e vi lascia a piedi. Usate il vostro denaro per fare corsi in cui vi riempiono di chiacchiere o fare inutili promozioni su FacebookSubito.it, ecc. e l’unica risorsa che vi ha regalato mamma non la utilizzate per niente: la vostra intelligenza e pensate che é gratis h 24!
L’intellligenza è quella che ti farà spendere meno soldi in pubblicità inutili (niente costosi portali niente sponsorizzazioni sul campetto della squadra di calcio a Roccasecca di Piemonte, niente ufficio con dieci collaboratori sottopagati che appena escono per zona si mettono sul cellulare a giocare a Candy Crash, basta spiare l’annuncio del concorrente o interrogare i figli dei tuoi amici quando vengono a fare merenda a casa).

Ora, io non sono di certo qui a dirti che posso insegnarti il tuo lavoro di mediatore e di tecnico. Non me lo sognerei mai, ci mancherebbe ma posso dirti che se mi segui posso far sì che la gente voglia darti i propri incarichi, affidarti i propri soldi per comprare e vendere casa, farlo alle tue condizioni e farti pure ringraziare per il modo in cui hai gestito con fermezza i vari step della lunga trattativa che li porterà con te a rogito. Spetta a te scegliere se essere un agente indecente o un venditore vincente.

ULTIMI POST

BRANDING

ABITARE

La creatività ridefinita

L’innovazione richiede creatività,
e la creatività richiede
che si pensi… in modo diverso.

Iscriviti alle nostre newsletter

Please follow and like us: