Supercinema: Finisce a Castellammare la tournée per “figlie di EVA”

Castellammare: "FIGLIE DI EVA", ultimo atto.

Finalmente ci siamo! Dopo il piccolo malore per Maria Grazia Cucinotta,
domani sera 28 febbraio 2020 alle 20,30 “Figlie di Eva” in scena al Supercinema di Castellammare di Stabia

Domani sera alle ore 20,30 “Figlie di Eva” in scena al Supercinema di Castellammare di Stabia  divertentissimo atto unico per la regia di Massimiliano Vado che vede in scena tre bravissime attrici italiane: Vittoria Belvedere, Maria Grazia Cucinotta e Michela Andreozzi che ne firma anche il testo assieme a Vincenzo Alfieri e Grazia Giardiello. Unico attore sul palco Marco Zingaro che dovrà districarsi tra le tre. Sarà l’ultima data del tour.

Una commedia che promette di essere divertente ma che lascerà allo spettatore spunti di riflessione molto acuti sui complicati rapporti tra uomini e donne e il riscatto dell’individualità che, quando passa per mano delle donne, non prescinde dalla rinascita e soprattutto non taglia fuori il sentimento.

Una commedia da vedere assolutamente soprattutto perché ci insegna che il condizionamento costruito a tavolino può portare alla catastrofe di quelli che, pensando di essere grandi strateghi, finiscono per essere distrutti dalle loro stesse strategie. E se il diavolo ha fatto le pentole e le donne hanno inventato i coperchi, l’eleganza scenica e la bravura indiscutibile di questo trio di bravi attrici, vi regalerà una serata di spensierata allegria. Giorgia Radice vi aspetterà all’atrio del Supercinema perché il teatro è vita ma soprattutto memoria e questo anno il teatro stabiese è dedicato a Lello Radice.

Maria Grazia chi sono le figlie di Eva?
Le figlie di Eva sono tre donne, per l’esattezza Elvira, Vicky e Antonia che arrivano ad un punto cruciale della loro vita, quei momenti in cui può capitare di dover ricominciare, per forza di cosa, e si decide di ricominciare a partire da se stesse, le donne sono maestre in questo.

Marco cosa le unisce?
La consapevolezza di aver vissuto fino ad un certo punto nell’illusione più totale. Queste tre donne, dal carattere profondamente diverso, si disincantano all’improvviso e fanno una cosa rara ma micidiale, quando a metterla in pratica sono le donne: si alleano.

Marco chi è la più illusa tra loro?
Vittoria è quella che, nonostante gli anni, cerca ancora l’amore e crede nei sentimenti ma…

Michela stasera a Castellammare si va in scena con l’ultima data del tour 2020, vi rivedremo l’anno prossimo?
Ebbene si, ti confermo che ci saremo anche per la prossima stagione teatrale.

Vittoria: una trama che ha come fil rouge la vendetta personale di tre donne scaricate dopo essere state usate da un uomo. La miglior vendetta per te?
Parlo da donna del sud credo che in noi c’è una forza interiore che ci spinge ad avere una fierezza che, nei momenti difficili, ci contraddistingue. Per una donna del Sud la miglior vendetta è l’indifferenza. Sai quando arrivi a dire a qualcuno “tu per me non esisti più!”, è quello il momento in cui raggiungi l’apice di te stessa e da quell’attimo rinasci.

Maria Grazia ma la crisi dei rapporti tra uomo e donna nasce da questa generazione di uomini 2.0?
Perdonami Pina ma lo vieni a chiedere a me? Dovresti chiederlo alle ventenni di oggi che li vivono.

Michela mentre la generazioni delle cinquantenni di oggi come ha vissuto il rapporto uomo-donna?
Purtroppo la nostra è una generazione che potrei definire di “donne invisibili”. Noi siamo nate e cresciute in un’epoca in cui le donne non hanno potuto veramente valorizzarsi quanto meritavano. La società le metteva sempre un passo indietro e all’ombra prima dei mariti, della stessa famiglia. Ma questo testo, domani che vedrai lo spettacolo, ti accorgerai che è assolutamente NO GENDER. Non lo abbiamo pensato per sottolineare le differenze di genere.

Marco: com’è lavorare unico uomo con tre donne belle e brave come le tue tre partner?
Vedi in due anni tra noi si è instaurato innanzitutto un rapporto di profonda amicizia, sai come quando all’ultimo anno vai in gita con gli amici del liceo? Ormai l’intesa è profonda e quest’intesa lo spettatore la percepisce in sala, di volta in volta è una commedia che si arricchisce sempre più. Per il pubblico stabiese daremo quindi il meglio in questo ultimo atto.

Maria Grazia: a proposito di pubblico qual’è quello più esigente tra Nord e Sud?
Sicuramente quando andiamo in scena al Sud ci viene un attimo di ansia in più, sai forse lo spettatore del Sud si sa divertire anche da solo. La comicità è qualcosa che attraversa la vostra atmosfera, non si può spiegare.

Appuntamento a domani sera, vi aspettiamo al Supercinema di Castellammare di Stabia.

Condividi su Facebook

ULTIMI POST

AREA VIP

NEWS

Dai forma
a nuove idee

È bello scrivere
perché riunisce le due gioie:
parlare da solo e
parlare a una folla.

Cosa possiamo fare per te?

Lascia il tuo nome ed email oppure contattaci allo 081.2318493

Please follow and like us: